2creAtive Lab

Blog 2creAtive Lab

Installare Mac OS X Lion su VMware

Installare Mac OS X Lion su VMware
Pubblicato il 28 Luglio 2011

Se non avete ancora acquistato il nuovo sistema operativo Max Os X Lion in versione release di Apple, potete testare una delle versioni rilasciate in beta testing daparte della stessa casa madre.

Queste versioni sono state distribuite attraverso i classici file sharing soddisfacendo cosi molti curioso nel provare questo nuovo neonato sistema operativo.

La prima domanda spontanea che nasce è: "come installarlo"?

Si puòinstallare in maniera tradizionale ovvero soppiantando il sistemacorrente ma sicancellerebbe sia dati che sistema funzionante con uno potenzialmenteinstabile.

E′ possibile anche la creazione di una nuova partizione dove mettere il sistema, ma io avendo già Linux mi sono bruciato anche questa possibilità. Mi sono allora documentato attraverso internet per poterlo installare su una macchina virtuale per la precisione VMWare. Il meccanismo di installazione su una macchina virtuale non è così semplice in quanto tutti i prodotti Mac si possono installare solo se riconoscono l′hardware Apple.

In breve andremo a costruire una nuova immagine dal disco originale ′Mac OS X Install ESD′ apportando alcune modifiche che permetta l′installazione del prodotto.

Step1: Creare una nuova immagine disco
Questa immagine diverrà il nuovo disco di installazione usato in VMware in quanto l′immagine originale non si avvierebbe. Tramite l′applicazione UtilityDisco, si va a creare una ′Nuova immagine′ avente le seguenti caratteristiche:

Nome: MyInstaller
Dimensione: 5 GB
Formato: Mac OS esteso
Codifica: nessuna
Partizioni: Partizione singola - Mappa delle partizioni Apple
Formato immagine: master DVD/CDDi seguito faremo riferimento a questa immagine con il nome ′MyInstaller′.

Step 2: Montare l′immagine del disco di installazione ′Mac OS X Install ESD′
Si può avere sia il dvd masterizzato o partire direttamentedall′immagine del discoscaricato. Se avete una versione del disco diversa la procedurapotrebbe cambiare. Di seguito faremo riferimento a questa immagine con il nome ′Mac OS XInstall ESD′.

Step 3: Montare l′immagine BaseSystem.dmg
Se aprite l′immagine ′Mac OS X Install ESD′ noterete che vi contiene un unico filechiamato ′Installazione Mac OS X′. In verità si può verificare facilmente che il disco contiene molti file nascosti. A noi interessa uno di questi filechiamato ′BaseSystem.dmg′.

Io personalmente ho usato un script descritto qui http://www.skimbu.it/2010/03/03/mac-tips-visualizzare-i-file-nascosti/ per visualizzare i file nascosti ed aprire BaseSystem.dmg. Per chi è pratico invece con il terminale può semplicemente digitare i due seguenti comandi:

$cd "/Volumes/Mac OS X Install ESD"
$open BaseSystem.dmg

Sul desktop noterete una nuova immagine montata ′Mac OS X Base System′e si aprirà una nuova cartella contenente file.

Step 4: Copia sistema base
Adesso l′intero contenuto dell′immagine ′Mac OS X Base System′ (montato nello step 3) va copiato nella nostra immagine MyInstaller. Per fare ciò uno modo semplice è usare la funzione ′ripristina′ dell′applicazione ′Utility Disco′. Apriamo quindi ′Utility Disco′ e notiamo che nella finestra a sinistra c′è sia la nostra immagine ′MyInstaller′ che l′immagine ′Mac OS X Base System′.
Clicchiamo su ′Mac OS X BaseSystem′ e a destra sul bottone ′Ripristina′, poi con il ′drag and drop′ spostiamo l′icona ′Mac OS X Base System′ su ′Sorgente′ e in maniera simile l′icona ′MyInstaller′ su ′Destinazione′. Il checkbox con ′inizializza destinazione′ non lo selezionate, altrimenti rinominerà ′MyInstaller′ in ′Mac OS XBase System′.

Step 5: Copia kernelcache file
Andremo a copiare ora i file dal immagine ′Mac OS X Install ESD′ nellanostra immagine′MyInstaller′. per fare questo si usera il terminale:

$cp "Volumes/Mac OS X Install ESD/kernelcache" /Volumes/MyInstaller/kernelcache
ora andremo ad editare un nuovo file nella nostra immagine:
$cd /Volumes/MyInstaller/Library/Preferences/SystemConfigurartion/$sudo nano com.apple.Boot.plist

verificate che il file xml contenga la coppia:
Kernel CachekernelcacheDopo di che salvate con la combinazione ctrl+x.

Step 6: Copia l′intero pacchetto di installazione.
Prima di copiare l′intero pacchetto bisogna rimuovere nella nostraimmagine la cartellaPackages e si fa con il seguente comando:

$sudo rm /Volumes/MyInstaller/System/Installation/Packages
ora si copia la nuova cartella ′Packages′ in ′MyInstaller′
$sudo cp -R "Volumes/Mac OS X InstallSD/Packages"/Volumes/MyInstaller/System/Installation/Packages
Quest′ultimo comando di copia richiederà diversi minuti di attesa. Deve copiare qualche Gigabyte. In media va da 10 minuti in su.

Step 7: Settare Flag al sistema come sistema server
Quello che andremo a fare è creare un semplice file all′interno della nostra immagine ad indicare l′installazione di una versione server. Serve perché inVMware si può installare solo versione server del sistema Mac e con questo file riusciremo a fregarlo e a procedere con l′installazione. I comandi sono:

$cd /Volumes/MyInstaller/System/Library/CoreServices$sudo touch ServerVersion.plist
A questo punto il nostro disco di installazione ′MyInstaller′ è prontoper essere usato in VMware.

Step 8: Creare una macchina virtuale
A questo punto si avvia ′VMware Fusion′ e si crea una nuova macchina virtuale.

1.Selezionare dal menu a tendina ′Archivio′ e successivamente ′Nuova...′
2.Cliccare su ′continua′
3.selezionare ′Crea una macchina virtuale personalizzata′
4.Sistema operativo: Apple Mac OS X, Versione: Mac OS X Server 10.6 a 64 bit
5.Cliccate su ′Personalizza impostazioni′ e date un nome e salvate lamacchina virtuale.
6.Scegliete ′CD e DVD′ dai settaggi e selezionate l′immagine ′MyInstaller′
7.Scegliete ′Disco rigido′ e deselezionate ′Dividi in documenti da 2GB′

Step 9: Rimpiazzare NVRAM della macchina virtuale
Nel link seguente http://www.obviouslogic.com:8080/solutions/lion-vmware/nvram.zip vi è un archivio con un file NVRAM da dover sostituire con quellocontenuto nellaVirtual Machine appena create (step 8)

1.Scaricate e scompattate il documento nvram.zip
2.Localizzate la vostra Virtual Machine con il ′Finder′ e apritela conil tasto destro del mouse selezionando ′Mostra contenuto pacchetto′
3.Elimina il file corrente nvram se esiste (nvram sara′ una estensione del file)
4.Copia il file scaricato all′interno della cartella e rinominatelacome il nome della macchinavirtuale. (esempio se la macchina virtuale si chiama ′Mac OS X Lion′il file nvram si dovrebbechiamare ′Mac OS X Lion.nvram′).

La macchina virtuale adesso è pronta per la procedura di installazionedel sistema.

Step 10: Installazione Lion
Si installa come qualunque sistema Mac. Dopo l′avvio del disco di bootsi usa ′Utility Disk′ performattare con partizione GUID, Mac OS esteso e dopo aver formattatoritornate all′installazione. Finito di installare il sistema non partirà perché cercherà una versione server del sistema (Step 7) che difatti non è. Bisogna settare un′altra volta il Flag per forzare la partenza (Step 11).

Step 11: Forzare la Virtual Machine a partire con il disco
Per far partire il sistema appena installato bisogna far eseguire nuovamente il disco di avvio creato ′MyInstaller′ ed eseguire il terminale con il qualeapplicheremo la modifica. Per far partire il disco ′MyInstaller′ bisogna avviare la macchina virtuale e premere immediatamente il tasto + e si avvierà il bios di VMware. Selezioniamo ′Boot Manager′ e un device di boot. Provate le combinazioni possibili non appena si riavvierà la procedura di installazione di Lion.

Step 12: Flag server su nuovo sistema
Non appena si avvia la procedura di installazione si esegue il terminale dal menu Utilities. Il nome del mo Hard disk si chiama ′OS X Lion HD′. Se aveste un nomediverso sostituitelocon il nome che avete voi.
$touch "/Volumes/OS X Lion HD/System/Library/CoreServices/ServerVersion.plist"
Uscite dal terminale e riavviate la macchina (eventualmenteripristinando il device di boot).

A questo punto dovremmo aver un sistema funzionante Lion sul VMware.

Buon divertimento...